top of page

ITALIA TIMES

italia-header.jpg

DANTE TIMES

Dolcetto o scherzetto: Tipi di fantasmi nell'antica Roma

Scritto da David Rojas



Salve, Romane! Nessuno può negare che il periodo migliore dell'anno sia quello che va da agosto a dicembre, quando si svolgono feste come Ferragosto, il Giorno dei Morti o Halloween. Quest'ultimo è uno dei preferiti dalla gente, in quanto le strade si riempiono di costumi e decorazioni spettrali.

Se siete lettori assidui dei nostri numeri passati, saprete che gli antichi Romani avevano un profondo rispetto per i loro morti e li onoravano addirittura. Proprio per questo motivo, credevano anche nell'esistenza di fantasmi, la cui natura dipendeva dal modo in cui erano morti e dalle loro azioni in vita. Volete conoscerli tutti? Continuate a leggere perché la situazione sta per diventare spaventosa.


LEMURI


Se vedete una di queste apparizioni davanti a voi, è meglio che corriate a pregare Giove. I lemuri sono spiriti che sono partiti per l'aldilà in modo violento. Allo stesso modo, se una persona ha commesso atti malvagi in vita, è finita in questa categoria.


La condanna per tali spiriti era quella di vagare per il mondo, vendicandosi delle persone malvagie. In altre parole, se avete uno stile di vita esemplare e non fate del male, i lemuri probabilmente vi daranno solo un bello spavento. D'ora in poi, è meglio che vi comportiate bene.


Per placare la loro rabbia, i cittadini dell'antica Roma celebravano una festa nota come Lemuria, che si svolgeva il 9, 11 e 13 maggio. In queste date, il pater familias (o capofamiglia) purificava la casa con acqua, frasi speciali per allontanare gli spettri e fave, un cibo tabù che si supponeva provenisse dal sangue, rinvigorisse i morti e contenesse le anime attraverso il suo baccello.



Immagine di cortesia Domvs Romana

LARVE


Imparentati e spesso confusi con i Lemuri, sono entità malvagie dedite a diffondere il terrore nel mondo terreno. Tuttavia, la caratteristica principale delle Larve è che non sono mai stati esseri umani.


Allo stesso modo, amavano orripilare le persone indiscriminatamente per divertimento, indipendentemente dal fatto che fossero malvagie o buone, il che le rendeva potenzialmente più terrificanti e dannose.


Volete sapere qual è il peggiore? In latino esiste il termine larvatus, usato per indicare lo sfortunato che era stato posseduto da una larva. In altre parole, queste entità sono in grado di prendere il controllo di un corpo, proprio come nelle moderne possessioni demoniache. In realtà, è probabile che ce ne sia uno all'interno del vostro essere e che non ne siate ancora consapevoli

Immagine di cortesia Domvs Romana

MANES


Lasciamo da parte le apparenze negative e concentriamoci su quelle gentili. I Manes sono le anime degli antenati e per questo erano considerati divinità benefiche per le famiglie e i nuclei familiari che proteggevano. Per entrare a far parte di questa categoria, una persona doveva ricevere gli onori funebri corrispondenti e un processo di divinizzazione chiamato iusta.


Una volta fatto questo, la sepoltura del defunto concludeva i riti funebri e diventava uno di essi. Ma guai a chi sbagliava il protocollo o non lo eseguiva affatto, perché l'anima offesa sarebbe tornata a tormentare lui e tutti gli uomini sul suo cammino. Un altro modo per far arrabbiare queste entità era quello di non onorarle come meritavano.

Immagine di cortesia Antigua Roma al Día vía Twitter


Il modo più semplice per identificare un morto trasformato in una di queste entità era quello di cercare sulla sua lapide la scritta D. M. S. o Dis Manibus Sacrum, che significava che aveva ricevuto il rituale di cui sopra.


PENATI


Simili ai Manes, sono spiriti protettori della casa che venivano invocati e a cui venivano fatte offerte per ottenere il loro favore. Il loro nome deriva dalla parola latina penus, che significa "dispensa", cioè il luogo in cui venivano conservate le provviste.


Per questo motivo, all'inizio erano considerati i custodi dei beni di famiglia e in seguito furono investiti del potere su tutte le questioni riguardanti il benessere dello Stato in generale e le stesse fortificazioni di Roma.



Immagine di cortesia Educalingo


L'importanza dei Penati era tale che anche quando qualcuno otteneva la carica di console, la più alta che esisteva durante la Repubblica romana, era suo dovere recarsi a Lavinium per venerarli. Il motivo? Secondo il mito, fu in quella regione che Enea, padre del ceppo latino, li introdusse portandoli da Troia.


LARES


Imparentati con i Penati e i Manes, secondo Apuleio i Lares sono le anime dei defunti che erano stati buoni in vita e avevano il compito di vegliare sui loro discendenti. Di conseguenza, erano considerate anche divinità domestiche.

A questo punto sarete probabilmente confusi, perché è un po' difficile discernere questi tre ultimi tipi di fantasmi l'uno dall'altro. In effetti, nemmeno i Romani dell'epoca sapevano distinguerli facilmente.


Tuttavia, ecco alcuni consigli su come distinguerli. Considerate i Penati come divinità ancestrali, poiché sono conosciuti fin dall'arrivo di Enea nel Lazio, molto prima della fondazione di Roma. I Manes, invece, sarebbero l'equivalente dei vostri parenti che non sono più con voi, ma che continuano a proteggere voi e i vostri cari ovunque vi troviate.


Per quanto riguarda i Lares, il segreto sta nel fatto che sono anime poliedriche. Se è vero che la loro funzione principale era quella di sorvegliare la casa, c'erano anche i Lares viales (dedicati alla protezione delle strade), i compitales (guardiani degli incroci), i permarini (guardiani delle rotte marittime) e i rurales (quelli delle campagne).


Immagine di cortesia World History Encyclopedia


Anche voi avete un Lar personalis, che veglia esclusivamente sulla vostra sicurezza.

 

Ora che siete a conoscenza di tutte queste entità, è meglio che non vi comportiate male con chi vi circonda e che facciate i sacrifici necessari se non volete avere un visitatore inatteso nella vostra stanza questa notte. Vale, legionarie.


 
373 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Suscríbete para recibir novedades exclusivas

¡Gracias por suscribirte!

SÍGUENOS EN NUESTRAS REDES SOCIALES

  • Instagram
  • Facebook
bottom of page