top of page

ITALIA TIMES

italia-header.jpg

DANTE TIMES

La più classica storia di mafia del cinema compie 51 anni.

Aggiornamento: 14 apr 2023

Il Padrino è una saga cinematografica dalla personalità italiana, che ancora oggi rimane presente nei cuori dei cinefili, compiendo 51 anni il 14 marzo 2023.

La storia della famiglia Corleone ci porta a parlare di molte cose.


Scritto da: Montserrat Morales


Innanzitutto, il film ebbe una cattiva reputazione perché nessun regista dell'epoca voleva realizzarlo, persino lo stesso Francis Ford Coppola non nutriva grandi speranze pur avendo accettato il progetto. In realtà, Coppola, il regista di origine italiana, sperava solo di raccogliere abbastanza soldi per pagare i suoi debiti, e nonostante ciò mise tutta la sua anima nell'opera; tuttavia, la storia fu accolta così bene dal pubblico che divenne un grande successo in tutta Hollywood, sorprendendo tutti.


Il film ebbe un successo tale da avere ripercussioni su alcuni gruppi di persone, che ad esempio cercarono di impedire le riprese del film perché volevano combattere gli stereotipi della mafia. Anche Frank Sinatra insieme a Joe Colombo e alla sua organizzazione chiamata "Italian-American Civil Rights League" si occupò della questione. Frank Sinatra chiamò in causa addiruttura ai suoi amici della mafia.


Fortunatamente entrambe le parti riuscirono a trovare un accordo, e le parole "mafia" e "cosa nostra" vennero rimosse da tutte le scene. Alla fine il gruppo di Frank Sinatra apprezzò talmente tanto il film da adottare alcune usanze come il baciamano e il travestimento.


Grazie al Padrino e all'iconica scena di Vito Corleone seduto nel suo studio ad accarezzare un gatto, che tra l'altro era un gatto randagio e non era stata programmata, ha segnato un prima e un dopo, per cui in alcuni film o serie in cui vediamo i cattivi seduti su una sedia ad accarezzare un gatto o qualche altro tipo di animale.

Non ci sono state solo ripercussioni nella società cinematografica, ma anche nel lato economico. Il Castello Pennisi di Floristella, un luogo emblematico, in quanto sopravvissuto al terremoto del 1908, ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e dove è stata girata la morte di Licio Lucchesi, è stato messo in vendita per 7 milioni di euro nel 2022, anche se non si ha ancora notizia che qualcuno lo abbia acquistato.


La trilogia del Padrino è un classico che vale la pena di guardare almeno una volta nella vita e che può essere apprezzato su Netflix, Star+ o Paramount.


15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Suscríbete para recibir novedades exclusivas

¡Gracias por suscribirte!

SÍGUENOS EN NUESTRAS REDES SOCIALES

  • Instagram
  • Facebook
bottom of page