top of page

ITALIA TIMES

italia-header.jpg

DANTE TIMES

Pasta e Basta: La storia del piatto italiano per eccellenza

La pasta è uno dei simboli più emblematici della gastronomia italiana, un vero tesoro culinario che ha conquistato i palati di tutto il mondo. Sebbene la storia della pasta sia complessa e spesso intrecciata con leggende, ciò che è indiscutibile è il suo profondo legame con l’Italia e la sua cultura.




Le origini della pasta in Italia


La pasta ha una storia antichissima, e anche se si discute ancora se siano stati i cinesi i primi a inventarla, la pasta come la conosciamo oggi ha le sue radici in Italia. Il primo riferimento scritto risale al XIII secolo, nel “Libro di ricette” di Martino da Como, cuoco italiano. Esistono però prove che nel IV secolo a.C. gli Etruschi preparavano un tipo di pasta a base di farina di cereali e acqua, già in epoca romana si gustava un piatto simile alla lasagna, chiamato “laganum”, realizzato con carne e sottili strati di pasta, cotto e servito con salse.


Il vero boom della pasta in Italia iniziò nel Medioevo. Nell'Italia meridionale, in particolare in Sicilia, la pasta secca cominciò a guadagnare popolarità grazie alla sua capacità di conservarsi per lunghi periodi. Ciò lo rendeva un alimento ideale per viaggiatori e commercianti. Gli Arabi, che dominarono la Sicilia per diversi secoli, influenzarono notevolmente le tecniche di preparazione della pasta, introducendo metodi di essiccazione che ne permettevano la conservazione e il trasporto.




Fatti curiosi sulla pasta


Diversità di formati: in Italia esistono più di 50 formati diversi di pasta, ognuno con uno scopo e un modo di cucinare molto specifico.


I nomi: molti tipi di pasta hanno nomi che ne rispecchiano la forma. Ad esempio, le “farfalle” che assomigliano a questi piccoli insetti o le “penne” per la sua forma a penna stilografica.


Consumo annuo: si stima che l’italiano medio consuma circa 23 kg di pasta all’anno, la dimostrazione di quanto sia fondamentale nella dieta mediterranea.



La pasta nelle regioni d’Italia


Ogni regione d’Italia ha le sue specialità di pasta, influenzate dalla geografia, dal clima e dalla cultura locale. Ecco alcuni esempi notevoli:


Lombardia: in questa regione settentrionale sono molto apprezzati i pizzoccheri. Questa pasta di grano viene tipicamente servita con patate, cavoli e formaggio, un piatto perfetto per i freddi inverni alpini.



Emilia-Romagna: conosciuta come la culla della pasta fresca, qui hanno origine i famosi “tortellini”, la pasta ripiena servita in brodo o con salsa di panna.



Liguria: patria delle “trofie”, una pasta corta e arricciata che si abbina perfettamente al pesto genovese, a base di basilico e olio d’oliva.



Puglia: Sul tacco dello stivale italiano, le “orecchiette” sono le protagoniste, tradizionalmente realizzate e vendute dalle donne anziane per le strade di Bari, la loro forma a orecchio è ideale per catturare sughi densi.



Campania: famosa per gli “ziti”, una pasta lunga e cava utilizzata in piatti come la pasta al forno.



Un regalo dall’Italia al mondo


Con l’Unità d’Italia nel XIX secolo e la successiva emigrazione in massa degli italiani in America, la pasta iniziò ad acquisire popolarità globale. Gli emigranti italiani portarono con sé le ricette, introducendo la pasta in paesi come Stati Uniti, Argentina e Brasile. Ciò ha fatto che la pasta si adattasse agli ingredienti e ai gusti locali, dando origine a nuove varianti e modi di preparazione.



Oggi la pasta è un alimento globale, presente nelle cucine di tutti i continenti. La sua capacità di abbinarsi ad un’infinita varietà di ingredienti lo rende un piatto versatile e accessibile a tutte le culture. Dagli spaghetti alla bolognese in Italia ai maccheroni al formaggio negli Stati Uniti, la pasta ha trovato un posto speciale nel cuore di milioni di persone.


Quindi la prossima volta che ti godi un piatto di pasta, ricordati che stai partecipando ad una tradizione antica, ricca di storia e sapore.


Buon appetito!

7 visualizzazioni0 commenti

Commenti


Suscríbete para recibir novedades exclusivas

¡Gracias por suscribirte!

SÍGUENOS EN NUESTRAS REDES SOCIALES

  • Instagram
  • Facebook
bottom of page